Stato ansioso: come si manifesta

In  questo articolo parleremo dello stato ansioso, in particolar modo di come si manifesta e come riconoscerlo.

L’ansia è un disturbo generato da una risposta emotiva di allarme nei confronti di una situazione che viene vissuta dalla persona come pericolosa. In alcune situazioni può essere considerata una reazione normale, ma se si ripete con frequenza e in situazioni che di pericoloso non hanno nulla  può diventare un vero e proprio disturbo. La persona che ne soffre potrebbe finire per sentirsi sempre più ansiosa e inquieta senza capirne effettivamente le ragioni e iniziare ad evitare tutti quei luoghi e quelle situazioni che accentuano il malessere.

Come si manifesta uno stato ansioso?

Ci sono dei sintomi piuttosto tipici che consentono alla persona di capire che sta vivendo un momento di ansia.

Solitamente chi soffre di ansia fa fatica a rilassarsi, vive uno stato perenne di tensione, ha difficoltà di concentrazione e di memoria, è facilmente irritabile, può presentare problemi di insonnia e problemi gastro-intestinali. All’ansia si accompagna un aumento del battito cardiaco, si possono provare vertigini e la sensazione di perdere l’equilibrio, tremori, formicolii, sudorazione eccessiva, sensazione di svenimento, bruxismo e difficoltà respiratorie durante il sonno. A livello mentale chi soffre d’ansia è spesso preoccupato per il futuro, teme le novità, è spaventato all’idea  che possa accadere qualcosa di spiacevole alla propria persona o ad un familiare. Non riesce a vivere in maniera serena la propria vita

Consigli per combattere l’ansia

Se questi disturbi sono molto frequenti e comunque si protraggono per molto tempo è necessario rivolgersi ad uno psicoterapeuta che possa intervenire per aiutare la persona a ricercare la causa che ha originato lo stato ansioso. Un aiuto per calmare le reazioni convulsive è quello di imparare a controllare la respirazione. Occorre concentrarsi profondamente sui ritmi dell’ispirazione e dell’espirazione per allentare la tensione.

Esistono tecniche di rilassamento come lo yoga per imparare a gestire la respirazione e trarne beneficio riacquistando serenità e benessere psico-fisico. E’ anche importante evitare pensieri negativi e rilassare la mente cercando di non preoccuparsi troppo degli altri. La serenità familiare e un ambiente tranquillo aiutano ad allontanare il nervosismo.

Related posts: