Cos’è la terapia metacognitiva interpersonale?

È un modello di trattamento di recente sviluppo che viene utilizzato nel trattamento clinico di coloro che presentano un disturbo della personalità.
Le ricerche scientifiche evidenziano come ogni tipo di disturbo della personalità sia caratterizzato da una serie di stati mentali problematici, di schemi di pensiero e di disfunzioni nelle abilità metacognitive, ossia le capacità di riflettere su noi stessi, sugli altri e sulle cose che ci stanno accadendo.

Emerge inoltre, in tali problematiche, la tendenza a produrre cicli interpersonali disfunzionali, modalità di stabilire e mantenere relazioni che sono fonte di malessere per il soggetto e per le persone che lo circondano; queste modalità solitamente restano stabili nel tempo e al variare dei contesti. Chi presenta le caratteristiche di un disturbo della personalità finisce spesso per trovarsi bloccato in questi tipi di processi e dinamiche e a non riuscire a mettere in atto il cambiamento che desidera.

La Terapia Metacognitiva Interpersonale consente alla persona, attraverso l’analisi dettagliata di episodi problematici, di cogliere la natura del problema, di riconoscere e discriminare la propria esperienza interna (pensieri, emozioni, desideri, immagini, ricordi, eccetera) e di vedere poi come questa agisca nel determinare e mantenere il problema. Il poter ricostruire insieme al terapeuta gli episodi autobiografici, che sono fonte di disagio e di malessere, facilita l’accesso al mondo emotivo di cui il paziente si riappropria.