Insonnia: come scegliere un buon terapeuta

Se soffrite d’insonnia e volete aiuto per il vostro problema la cosa migliore da fare è rivolgersi ad un terapeuta.

Come scegliere però un professionista bravo e competente per curare l’insonnia? In realtà non c’è un sistema particolare che consente di scegliere un buon terapeuta, ma ci sono alcuni consigli che vi possono aiutare a scegliere  un professionista serio ed affidabile.

Per cominciare potete sceglierlo chiedendo un consiglio al vostro medico di base o ad amici e conoscenti che ne hanno avuto esperienza.

Poiché il terapeuta potrà porvi domande anche molto intime, se le riterrà utili ai fini di una migliore comprensione terapeutica, sceglietelo del sesso a voi più gradito: ad esempio, se vi imbarazza confidarvi con una donna e preferite un uomo, allora scegliete quest’ultimo.

Essere a proprio agio con la persona che si ha di fronte è fondamentale, specie se dovete parlare di cose private e delicate.

Può infatti accadere che, per trovare la causa dell’insonnia, il terapeuta debba approfondire alcune tematiche: sentirsi tranquilli con la persona che avete di fronte agevolerà la risposta e , da ultimo, la soluzione del problema.

 

Un buon terapeuta si riconosce al primo incontro?

Be’ diciamo che già dal primo incontro il paziente può farsi delle impressioni e cominciare a capire delle cose importanti sul terapeuta che possono poi fargli decidere di intraprendere o meno un percorso di psicoterapia.

Un buon terapeuta per curare l’insonnia dovrà ascoltarvi e comprendervi, ma come si può capire se  può essere adatto al caso vostro? Per evitare di fare una ricerca poco fruttuosa, chiedete consiglio a qualche amico che magari ha avuto a che fare proprio con un professionista del genere e in base alle sue referenze contattatelo.

Diversamente potete cercare sul web i nomi di terapeuti vicini alla vostra zona di residenza che si occupano di insonnia: già attraverso la sola lettura del sito internet è possibile cogliere alcune informazioni importanti sulla formazione del terapeuta e sulle sue specializzazioni. E’ possibile poi contattare il terapeuta o attraverso il form o telefonando e ponendo già direttamente alcune domande.

Il vostro giudizio può variare per diversi fattori, dall’età del terapeuta al modo di approcciarsi a voi, dalla capacità di ascolto a quella di comprensione.

In ogni caso, contattare un professionista se vi siete  resi conto di soffrire d’insonnia  e se questo problema inizia a pesare sulla vostra vita, può essere il punto di partenza per risolvere il problema e per evitare che influenzi sempre più negativamente la vostra vita .

Se non avete già eseguito accertamenti medici per escludere la causa organica il terapeuta potrà suggerirvi di rivolgervi al medico di base per farli ed ottenere così una diagnosi più completa.

Related posts: